L’assenza dai dibattiti parlamentari di iniziative organiche di riforma dei singoli comparti della cultura e dello spettacolo attestano purtroppo la marginalità del settore nelle politiche di sviluppo del paese.

Un quadro poco rassicurante che, tuttavia, spinge a mettere in campo un grande impegno per avviare una stagione di innovazione che incoraggi un processo di miglioramento della produzione artistica e culturale ai fini della ripresa economica e nell’interesse dei cittadini.

Su questo fronte Federculture è impegnata nello studio della normativa di riferimento e in un’attività di lobbying condotta di concerto con i propri Associati.

Da questo impegno scaturisce un ampio repertorio di documenti di indirizzo e proposta per la riforma del settore culturale, sia a livello nazionale che locale, che la federazione condivide con Governo, Parlamento e amministratori territoriali al fine di apportare le modifiche necessarie alla normativa vigente.

Tra questi è possible consultare: