• Richiesta informazioni

    Nome*

    Cognome*

    Professione

    Città

    Email *

    Autorizzo ai sensi del D.Lgs. 196/03 il trattamento dei dati personali
    trasmessi.*

  • F.A.Q.

    D Cosa fa Federculture e perché è vantaggioso associarsi?

    D Come posso associarmi a Federculture?

    D Non sono associato ma vorrei essere sempre aggiornato sulle vostre iniziative, come posso fare?

    D Sono un associato e vorrei promuovere un evento, potete aiutarmi?

    R Scopri tutti i nostri servizi e progetti nella sezione Attività

    R Consulta la pagina come associarsi e scarica la modulistica.

    R Lascia i tuoi riferimenti
    nella pagina Amici di Federculture entrerai nella nostra community

    R Sì, lo diffonderemo sui nostri canali. Invia tutto il materiale all'indirizzo email comunicazione@federculture.it

Condividi

Videoarte

Federculture è da tempo impegnata a promuovere e sostenere l’arte contemporanea nella convinzione che solo dando spazio alla creatività e alla produzione culturale si possa creare un nuovo sviluppo per il nostro Paese.

Il progetto Videoarte nasce per offrire ampia visibilità al linguaggio audiovisivo sempre più diffuso nell’espressione artistica contemporanea grazie alle nuove tecnologie e alla loro immediata fruibilità sulla rete.

Dedicando una manifestazione a questa forma d’arte, amata in particolare dai giovani, Federculture ne promuove la ricerca ed i contenuti artistico-culturali, valorizza e premia i talenti emergenti in un panorama internazionale.

Dal 2010 Federculture produce un Festival di Videoarte esito di un concorso internazionale, al quale hanno partecipato 500 artisti di quasi 70 nazionalità, che affronta ogni anno una tematica diversa. La prima edizione (2010) dedicata a “La violenza invisibile” indagava il tema sociale del sopruso nascosto e inespresso. La seconda (2012), dal titolo “GAP – Generazioni a confronto”, poneva l’attenzione sulle nuove tecnologie e sul divario tra le generazioni digital e non che esse creano.

Il Festival di Videoarte ad oggi è stato esposto nelle più prestigiose istituzioni culturali nazionali, tra le quali MACRO, MAXXI, Triennale di Milano.